Migliore tavoletta grafica

Migliore tavoletta grafica

Il Design senza il contesto non è Design, è fare: “una cosa vale l’altra

Dopo anni di ricerca, ho trovato la citazione che più mi rappresenta. Vuoi scoprire qual’è la migliore tavoletta grafica? Ti elenco le caratteristiche che devi assolutamente conoscere prima di fare l’acquisto.

Ti stai chiedendo cosa c’entra questo con l’argomento che tratterò oggi? Vediamolo subito! Alan Fletcher, uno dei massimi progettisti grafici degli ultimi cinquant’anni, affermava:

“Every job has to have an idea”.

Nonostante siano passati molti anni da allora, nonostante l’avvento di nuovi strumenti messi a disposizione dal progresso tecnologico, tra cui la tavoletta grafica, la validità della tesi di Flecther è ancora validissima. D’altronde le Verità prescindono dai tempi e dagli individui, dai governi e dalle mode del momento, dalle religioni e dalle tecnologie. Le tavolette grafiche sono strumenti che consentono, a noi designer, di eseguire in maniera più o meno rapida un progetto di design. Appunto, eseguire, “mettere ad esecuzione” un qualcosa che, parte da molto lontano e che si sintetizzerà solo in seguito attraverso un’immagine.

D’altro canto non è questo il compito di un designer?

Di conseguenza ne deduco che, l’uso della tavoletta non aggiunge nulla di “differenziante” al nostro lavoro se non fosse che ci consente di disegnare più velocemente.

Quando ho usato per la prima volta una tavoletta grafica, ho pensato a quel tempo lontano, quando gli uomini rappresentavano le loro “opere”, più come riti propiziatori che per senso artistico, attraverso dipinti sui muri o attraverso delle incisioni eseguite su delle tavolette cerate. Da allora, l’evoluzione, grazie alle nuove tecnologie dell’era digitale, anche nel settore del design grafico e della comunicazione, ha segnato un rapido cambiamento nell’uso degli strumenti tradizionali di scrittura e disegno. Oggi, la necessità di trasferire testi ed immagini in tempo reale, accanto all’aumento della strumentazione hardware, ha fatto si, che l’utilizzo delle tavolette grafiche, da parte di noi designer, sia aumentato in maniera esponenziale. Diciamocelo, disegnare sulla tavoletta grafica è divertente, ci fa risparmiare tempo e ci consente di fare tutte quelle operazione di pulizia e aggiustamenti che altrimenti, risulterebbero troppo rognose.

Ha spazzato via la vecchia rigidità dello scanner, che assolutamente non è stato sostituito, dando la possibilità di accelerare significativamente le dinamiche temporali che contraddistinguono le fasi di sviluppo di un progetto grafico.

La definisco come una specie di foglio virtuale o dispositivo, su cui, attraverso una stilo collegata e molto simile ad una matita tradizionale, è possibile delineare punti, linee e figure che verranno trasferiti direttamente sullo schermo del computer. Personalmente la uso molto per gli schizzi e per i layout, soprattutto nella fase preliminare di sviluppo e quando la uso, ho come la sensazione di disegnare a mano libera con il vantaggio però di vedere il disegno riprodotto in tempo reale sullo schermo.

MIGLIORE TAVOLETTA GRAFICA

La tavoletta grafica può essere usata in diversi campi professionali o anche per hobby:
– disegno tecnico
– disegno artistico
– per grafica web, grafica pubblicitaria, ritocco di fotografie
– colorazione digitale

Ce ne sono di tante dimensioni e tipologie diverse, da quelle più economiche a quelle più professionali e costose. Prima di vedere quali sono le più usate o, dal mio punto di vista, le più interessanti, vediamo le loro caratteristiche tecniche:

Dimensioni:
– A6 (Solitamente tra le più diffuse come dimensioni)
– A5
– A4
– A3

Risoluzione:
è fondamentale per la buona riuscita e per i dettagli di disegni e ritocchi, in quanto la risoluzione indica la precisione della tavoletta nel trasformare in tempo reale i movimenti della penna in spostamenti del cursore sullo schermo del pc. Il valore della risoluzione è espresso in DPI (punti per pollici) o LPI (linee per pollici)

Formato:
è l’area di misura dove si disegna, indicata in mm o in pollici.

Sensibilità di pressione:
la pressione esercitata sulla tavoletta, espressa in livelli, definisce il tratto del disegno e l’intensità della colorazione.

Tecnologia per il collegamento al computer:
USB, Bluetooth o la più comoda tramite wi-fi, perché permette di utilizzare in libertà e leggerezza la penna, consentendo movimenti fluidi e naturali e senza il vincolo di fili.

Software in dotazione:
la tavoletta grafica funziona bene con qualunque software di foto-ritocco (Photoshop, Gimp, Corel Paint, etc…).

Accessori in dotazione:
l’accessorio indispensabile è la penna, essendo lo strumento attraverso il quale interagiamo con la tavoletta grafica. Deve essere comoda ed ergonomica, maneggevole e leggera per simulare il più naturalmente possibile una matita. Possono essere dotate di pulsanti sensibili alla pressione.

Altri accessori:
altri strumenti di cui potresti aver bisogno sono l’aerografo, le punte intercambiabili per lo stiletto e il foglio trasparente.

A questo punto vediamo quali sono le migliori sul mercato: Le più usate sono quelle con penna e display interattivi dell’azienda Wacom, Leader del mercato. Attraverso un design ergonomico e una risoluzione eccezionale, ti consentono di avere la massima precisione e il massimo controllo. La Wacom realizza diverse tipologie di tavoletta grafica adatte a tutte le tasche e a tutti i livelli di professionalità partendo dalla Intuos Toch S che è la più costosa fino ad arrivare alla Wacom Bamboo che nonostante mantenga un’ottima qualità è più adatta ai neofiti della grafica digitale. Ad esempio, la linea di prodotti Intuos è un buon punto di partenza, specialmente per attività di disegno, realizzazione di schizzi e fotografie. Invece, la gamma di Intuos Pro offre funzionalità sensibili alla pressione, prestazioni della penna e caratteristiche di produttività adattate a esperienze creative di livello avanzato.

Per chi è alle prime armi, nulla è più indicato della tavoletta Wacom Intuos Pen Small CTL480. L’area di lavoro misura 152 x 94 mm e la comoda penna ergonomica funziona senza batterie. La penna offre 1024 livelli di regolazione della pressione e due tasti funzione, mentre quattro tasti ExpressKey presenti sulla tavoletta possono essere programmati con le vostre scorciatoie e comandi preferiti, per velocizzare il lavoro e non interrompere il flusso creativo. Compatibile con sistemi Windows e Mac.

Per chi ha il coraggio di osare, ma non è un professionista, un ottimo prodotto è la Wacom Intuos Pen & Touch Medium CTH680. La superficie di lavoro generosa, di 216 x 134 mm, permette maggiore libertà di movimento. La penna è dotata di oltre 1024 livelli di regolazione della pressione ed è dotata di un’estremità per cancellare. La vera comodità di questa tavoletta sta nella funzione multitouch: è infatti possibile usare non solo la penna, ma anche le proprie dita, per zoomare, spostare e rimpicciolire le aree di disegno, come se la tavoletta fosse un grande trackpad. Collegabile anche senza cavo con l’acquisto a parte del kit wireless Wacom.

Se siete graphic designer o disegnatori di professione, la vostra scelta non può che ricadere sull’ottima Wacom Intuos Pro Pen & Touch Medium PTH651. La superficie di lavoro da 216 x 134 mm permette i gesti più ampi e sicuri, e la superficie multitouch consente l’uso delle dita come su un trackpad, per ingrandire, spostare, ruotare l’immagine a piacimento. La penna ergonomica senza pile offre 2048 livelli di pressione interpretando correttamente anche l’inclinazione rispetto alla tavoletta. Utilizzabile sia wireless sia con cavo USB. La tavoletta è dotata di un selettore ad anello touch programmabile e otto tasti ExpressKey da abbinare alle funzioni preferite.

Se volete una tavoletta dalle massime performance e che al contempo resituisca tutto il gusto del disegno “a mano libera”, non fatevi scappare la Wacom Cintiq 13HD DTK1300. Il display interattivo touch creativo Cintiq 27QHD definisce un nuovo standard per quanto riguarda colori e risoluzione. In coppia con la penna Pro Pen, con 2048 livelli di pressione l’esperienza di disegno risulta quanto mai vicina a quella su supporti tradizionali. Trovate la tavoletta disponibile anche nella versione multitouch.

Per chiudere ti lascio con questa convinzione: la tavoletta grafica rappresenta uno strumento molto utile per noi Designer ma rimane pur sempre uno strumento che migliora, che si trasforma, che ti aiuta; le idee, invece, sono le protagoniste, fanno la differenza e rimangono nei cuori dei clienti e dei fans!

Lavora su di te.

UCCIDI LE VECCHIE IDEE PRIMA
CHE SIANO LORO A FARLO CON TE.

Gabriella

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

CHIUDI